Sequestrato cantiere area archeologica

Un'area archeologica è stata sequestrata, ad Oriolo, dalla Guardia di finanza che ha riscontrato violazioni alla normativa sul lavoro, salute e sicurezza ed alle norme a tutela dei beni culturali dalla Guardia di finanza. Otto le persone denunciate in stato di libertà tra le quali il direttore del cantiere ed il rappresentante legale della società appaltatrice dei lavori. I finanzieri di Montegiordano, nell'ambito di un'attività di contrasto al lavoro nero, hanno ispezionato il cantiere dove erano in corso interventi di recupero di un antico convento del terzo ordine regolare di San Francesco d'Assisi, risalente al 1439 e contenente affreschi, resti archeologici ed anche resti umani di interesse. I lavori affidati dalla Soprintendenza di Cosenza ad una società edile, secondo quanto accertato, venivano effettuati senza il rispetto della normativa in materia di salute e sicurezza. Intenti ad eseguire gli scavi, senza la figura dell'archeologo, sono stati trovati tre lavoratori "in nero".

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Castrovillari, presentazione del progetto "Transumanze culturali tra due parchi"
    CN24
  2. Corigliano. Rifiuti abbandonati per strada, Fidelitas al Comune: intervenire subito
    CN24
  3. Rossano , CS, : controlli alle case popolari, un arresto e sette denunciati dai Carabinieri - Calabria Reportage
    Calabria Reportage
  4. Conflenti, rilancio borgo antico Il sindaco Serafino Paola soddisfatto per attenzione nazionale progetto · LameziaClick
    Lamezia Click
  5. Calcio Eccellenza, il Real Senise a valanga. Didì match winner
    BasilicataNotizie.net

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Acquaformosa

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...

    */